Fienile in Fermento

twitter.com/andreabez

"These crazy Italians were deliberately miscolouring various familiar foods in order to discombobulate their dinn... amzn.eu/beYlCun

Circa un mese fa

30 giugno 2008

Il rapportone finale

Scritto 10 anni fa


Buonitalia che, salvo e sempre ben accette prove contrarie, ho come l’impressione che mi rappresenti uno di quei (o queGLI?) “scatoloni all’Italiana”, ha pubblicato di concerto con l’ICE (andòm bèin!), un mega-rapporto (154 pagine!) finale su “La domanda e l’offerta di prodotti alimentari italiani negli Stati Uniti“.

Ad una prima occhiata sembra dare spunti interessanti, ovviamente chi ne volesse una copia in pdf, mi faccia un fischio.

Provo a leggermelo tutto e ne postero’ alcune impressioni prossimamente.

Nel frattempo, una segnalazione doverosa dopo l’esperienza di ieri:

RISTORANTE DA MARIETTA
Loc. Gravagna San Rocco
Pontremoli (MS)
Tel. 0187-436069

ovvero: le costolette d’agnello fritte piu’ buone del mondoooo!!

————- English version

The Final Report

Buonitalia, that I have the impression is like one of those “Italian Containers”, published a huge report together with the ICE (154pages) on “italian food products sold in the U.S.”

At a first glance it seems to be giving some interesting insight, naturally if anyone wants a copy just ask me and I’ll send the pdf.

I’ll try reading it all and then post my impressions.

In the meantime, after last night’s experience, I feel it’s duty to report this restaurant:

RISTORANTE DA MARIETTA
Loc. Gravagna San Rocco
Pontremoli (MS)
Tel. 0187-436069

or better: the best fried lamb chops in the world!!!

Tante cose in un sol post

Scritto 10 anni fa

pubblico cosi’ com’e’ un post iniziato e mai finito …







Terroir Vino: e’ stata proprio una bella giornata. Iniziata presto con primo stop in provincia di Piacenza per conoscere fornitori di cassette di legno per Natale (ah si! E’ gia’ Natale!).
Poi via a Genova per la quarta edizione di Terroir Vino. Prima volta per me, visitata per curiosità ma anche perche’ l’anno prossimo mi piacerebbe partecipare come espositore.
Innanzitutto ho incontrato uno dei futuri punti di riferimento dell’enogastronomia italiana a New York, e cioè Sam Di Palo, quinta generazione di Veri Bottegai nella “piccola Italia” (come dice lui).
Con estremissimo piacere ho poi conosciuto Sandrea (aka Un Tocco di Zenzero), Vittorio aka Tirebouchon, e l’amica Serena, enotecaia in quel di Torre Pellice, che ha assistito al mio “mmmh … secondo me il legno si sente un po’ troppo” e la produttrice “ma veramente qui il legno non l’abbiamo usato” . Buuuaaaaahhhhhhh 😀
Ebbene si’, ero gia’ oltre ogni limite …

Mieli, luppoli e capre: ovvero come scoprire il fantastico mondo delle Api grazie all’uomo piu’ dolce e mieloso del mondo, Andrea Bee Paternoster, Mieli Thun in persona. (serata di degustazione in Acetaia del 17 giugno).