Del come si fa a perdere un prodotto “tipico” – 1

Scritto 8 anni fa

Copio e incollo dal Reg. CE 583 del 3/7/09 che istituisce l’IGP per l’Aceto Balsamico di Modena (quello da qualche milione di litri all’anno per intenderci)

“(5) La Grecia, dal canto suo, ha evidenziato l’importanza della produzione di aceto balsamico sul proprio territorio, commercializzato fra l’altro con i termini “balsamico” o “balsamon” e sulle conseguenze sfavorevoli che avrebbe la registrazione della denominazione “Aceto Balsamico di Modena” sull’esistenza di questi prodotti presenti anch’essi legalmente sul mercato da almeno cinque anni. La Grecia sostiene inoltre che i termini “aceto balsamico”, “balsamic”, ecc. siano generici.”

Lascio a voi ogni considerazione in merito.