Il termine “Balsamico” è libero.

Scritto 6 anni fa

Rivoluzionaria, esplosiva. E’ la recente sentenza della Corte di Cassazione riguardo all’ormai più-che-annoso problema dell’utilizzo del termine “Balsamico”. Qui i riferimenti. La questione può sembrare una cosa prettamente formale, ma in realtà potrebbe avere un enorme impatto dal punto di vista commerciale. Sempre che non lo si faccia con l’intenzione di trarre in inganno il consumatore nei confronti delle denominazioni protette e cioè, i 2 Tradizionali DOP (Reggio Emilia e Modena) e l’IGP (Aceto Balsamico di Modena). Attenzione, non è come può sembrare a prima vista, non gridate allo scandalo. Lo scandalo c’è già stato, prima di questa sentenza, questo non…

Leggi Tutto