Fienile in Fermento

twitter.com/andreabez

Complimenti @MarioPlatero per #america24 di oggi puntata bellissima e commovente. Grazie per il suo quotidiano, immancabile, punto di vista

Il mese scorso

Mondi paralleli

I prodotti e le idee che ci hanno clonato e spunti da copiare

Scritto 9 anni fa

2001 (anno più anno meno): Dai laboratori di Acetaia San Giacomo e Montecurto nasce la prima Gelatina di Balsamico della storia. 2003 circa: iniziano ad arrivare le prime copie. (e potremmo pure dire che tutta l’ondata di “Glasse” è partita da qui) 2003 (anno più anno meno): Dalle menti malate dell’Acetaia San Giacomo e dalle mani di Giacomo Boidi, alias Giraudi, nascono i Cioccolatini alla Gelatina di Balsamico Solo uno, il sig. Malpighi, aveva fatto cioccolatini con Balsamico prima, ma il concetto era diverso. Noi una gelatina in purezza, loro la “goccia” liquida. Hanno subito un buon successo. Mi chiamano…

Leggi Tutto

TASTE FIRENZE – Si parte, in rima

Scritto 9 anni fa

Da stasera a lunedìl’Acetaia si trasferisce qui,esporremo i nostri bei prodotticome se fossimo in Via Condottiho ancora qualche omaggioma voglio in cambio un pezzo di Taleggiosu non fate gli sfaticati!ne rimarrete gratificatila fiera è alla Stazione Leopolda di Firenzeluogo di modaiole movenzedato che ogni anno ci fanno il Pittie non certo zitti zitti.Vi aspetto al banco 4Bdurante tutto il dìvi farò assaggiare due gocce di Balsamico Stravecchioche vi farà sbarluzzare l’occhio  Subscribe in a reader

Bio-sensibilità. Il caso NaturaSì

Scritto 9 anni fa

E’ inutile negarlo, il 2009 si è aperto proponendomi una marea di dilemmi (enogastro)esistenziali. La Via-del-Bio (che così posta, suggerisce interessanti spunti spirituali) è senza dubbio frutto di uno di questi dilemmi. Giusto per ragionare a voce alta, mi sono detto: “Commercialmente, ripeto commercialmente, parlando investo almeno il 75% del mio tempo a spiegare la differenza tra: – un Balsamico Industriale ed uno “Tradizionale” – il fatto del caramello, piuttosto che della densità – le differenze tra i “nomi”: …di Modena, Balsamico, Condimenti e via di questo passo. Solo una minima parte viene impiegata per spiegare quali sono le nostre…

Leggi Tutto

Incontrando Nicolas Joly

Scritto 9 anni fa

“L’agricoltura biodinamica è un’agricoltura– quasi gratuita– completamente sana– che libera il contadino” Partito stamattina all’alba dal cuore dell’Emilia direzione Cissone, provincia di Cuneo. Sede dell’Agribio, per il seminario con Nicolas Joly. Queste erano le Langhe all’arrivo, avvolte da una nebbia che sembrava l’avessi portata in macchina con me … ed invece era gia’ qui ad aspettarmi. E’ la terza, no, seconda volta che partecipo ad un suo seminario, la prima circa 5-6 anni fa a Roma quando Sandro lo “scoprì”.Rimasi folgorato non tanto e non solo per ciò che diceva, assolutamente rivoluzionario, ma soprattutto dai suoi vini. Vini che confermavano…

Leggi Tutto

Minisfogo a piede libero di fine anno

Scritto 9 anni fa

Ci stiamo lasciando alle spalle un 2008 che non è stato sicuramente facile e, come se non bastasse, quello che arriva non promette niente di buono.Piuttosto che essere clamorosamente pessimista preferisco però pensare che, in situazioni come queste: a- si possono trovare ottime opportunitàb- ci sarà una sorta di “selezione naturale“. Un po’ di pulizia insomma. E’ assistere allo sgretolarsi di colossi bancari ed industriali così, dal giorno alla notte, che di fatto ti mette di fronte alla mancanza di certezze.La completa instabilita’ di un sistema che sembrava solido ed inamovibile ci ha fatto tremare un po’ tutti. Colossi che…

Leggi Tutto

Il vino e la “Fermentazione Naturale”. Incontro con i produttori e dilemmi esistenziali

Scritto 9 anni fa

Sabato scorso sono stato nella prima collina parmense, località Ariola per l’esattezza, ad assistere all’intervista (una sorta di continuum rispetto alla sera prima) di Sandro Sangiorgi a tre produttori di riferimento del mondo della “fermentazione naturale”.Argomento che sarà trattato nel prossimo Porthos, il numero 32 (direi). Parliamo di– Loris Foradori: Prosecco.– Vittorio Graziano: Lambrusco Grasparossa di Castelvetro– Camillo Donati (padrone di casa assieme a Francesca, cuoca splendida): Lambrusco, Malvasia, Barbera.– (produttore-bonus) …. non ricordo il nome mannaggia, comunque giovanissimo produttore dal Piacentino (Ortugo e Bonarda). Presenti anche Damiano Raschellà e moglie (idem, zero nome scusate) e Tiziana Gallo. Sono state…

Leggi Tutto

Questa me la segno …

Scritto 10 anni fa

“L’ettaro di terra coltivato a soia produce una commodity, quello a Pinot Nero produce un bene che diventera’ esclusivo e riconoscibile, la bottiglia di Champagne. Da qui la differenza di valore della terra. Il punto e’ che lo “champagne” finisce per assomigliare esso stesso a una commodity, se trattato come “champagne” e non come vino di questo o di quel produttore, frutto di questo o di quel terroir. Si vende il brand collettivo, come noi vendevamo il Chianti e il Moscato, giustamente massacrati dal mercato. In questo caso, il mercato sembra felicemente complice: tutti contenti di riconoscersi nello status symbol,…

Leggi Tutto

Riflettendo sul FoodCamp

Scritto 10 anni fa

Era la prima volta che partecipavo ad un BarCamp, e ho scoperto un mondo parallelo.In questo mondo parallelo un po’ c’ero gia’ dentro inconsapevolmente per l’uso smodato della rete, ma non tanto dentro da arrivare alla Rete che usa smodatamente me 🙂 anche se a questo punto un dubbio mi sorge … 🙂 Le riflessioni di chi, di barcamp, ne ha gia’ passati un po’, sono gia’ oltre alle mie di natura prettamente “iniziatiche”. In generale penso che la formula sia geniale: il fatto ad esempio che un wiki abbia il potere di concretizzarsi in un incontro reale, soprattutto se…

Leggi Tutto

Mo guarda un po’ cosa salta fuori!

Scritto 10 anni fa

Take a look at this! Correva l’anno ’92 … m i l l e n o v c e n t o n o v a n t a d u e … e gia’ si parlava del Balsamico di Reggio “più fedele alla Tradizione Rispetto a Modena ” … e per di piu’ detto da un mudnèz!! Back in 1992…..n i n e t e e n n i n e t y t w o…. people already spoke of how Reggio’s Traditional Balsamic Vinegar was closer to tradition if compared to Modena’s…..and this was said by a modenese!!!…

Leggi Tutto

Mondi Paralleli

Scritto 10 anni fa

Ieri sera a Vignola e’ iniziato il corso per “Aceto Balsamico di Mele”.Le attinenze con quello di uva (il Balsamico Tradizionale per intenderci) sono enormi, daltronde siamo sempre nell’ambito di “succhi di frutta” cotti, fermentati ecc… tant’e’ che certi lo facevano di pere, di more di gelso ecc… il problema qual’e’?E’ che pensavo che fosse una cosa molto tranquilla e relax, tipo che vai li’ e ti senti le peculiarita’ della mela rispetto all’uva per quanto riguarda fermentazione ed acetificazione … ed invece il primo relatore, il sig. Beghi, con il suo mudnès scientifico, mi ha letteralmente aperto la porta…

Leggi Tutto